Un cuore sempre pronto ad amare

Una storia sul vero amore, quello incondizionato. Brano tratto dal Vangelo del giorno
(Foto: PixabayI

In famiglia cerchiamo di mettere in pratica il Vangelo prendendo come riferimento ogni mese una frase da vivere in modo impegnato. Quando Maria Beatrice, nata senza braccia e senza gambe, è stata abbandonata dai genitori, abbiamo deciso di accoglierla noi. Ora si può dire felice. La sua presenza ci ha liberati dalla tentazione di condurre una vita “borghese” e di attaccarci soltanto ai beni materiali. I nostri due figli, dopo il suo arrivo, sono molto più attenti a tutte le piccole cose che costituiscono la vita familiare; si sente che un legame più forte ci ha uniti tutti. Questo è successo anche con i nostri amici, alcuni dei quali si sono impegnati in una colletta per aiutarci a comprare degli apparecchi affinché la bambina imparasse a camminare, a scrivere, ecc. La sua dolcezza e il suo sorriso ci compensano in gran misura di tutto l’affetto che ci sforziamo di darle. Non sappiamo se la bambina resterà sempre con noi; può darsi che un giorno i genitori decidano di riprendersela. Vorremmo comunque custodire un cuore libero, sempre pronto ad amare.

Anna e Luigi – Italia

_

I più letti della settimana

Mediterraneo di fraternità

La forte fede degli atei

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons