Gen Verde, “Turn Around”: la forza del guardarci attorno

Il 21 novembre c'è stata la presentazione del brano del Gen Verde a “The Economy of Francesco”. La canzone affronta la crisi sociale e ambientale e la contemplazione del Creato
Gen Verde (credits: Gen Verde)

Nasce nei giorni della pandemia di Covid 19 del marzo scorso, il brano dal titolo Turn Around del gruppo Gen Verde il cui videoclip è uscito il 21 novembre, in occasione della terza e ultima giornata dell’evento “The Economy of Francesco”. «Siamo onorate, – spiega Sally McAllister, manager del Gen Verde – ciò dice chiaramente quanto il Gen Verde desidera spendere mani, mente e cuore a favore di queste problematiche così urgenti». E il nuovo singolo del Gen Verde International Performing Arts Group, band al femminile composta da 20 artiste di 14 Paesi del Movimento dei Focolari, si ispira anche a Greta Thunberg, la ragazza diciassettenne che sembra aver risvegliato la coscienza dei grandi del pianeta in fatto di ambiente ed ecologia. Ma non solo. Nel pop elettronico di Turn Around ci si apre alla bellezza, del dono ricevuto con la Creazione e del compito di doverlo proteggere e custodire assieme quale compito primario dell’uomo. Fonte di ispirazione anche in questo senso è stata la “Laudato sì”, l’enciclica del 2015 di papa Bergoglio sull’interconnessione tra crisi ambientale della Terra e crisi sociale dell’umanità e filo conduttore di “The Economy of Francesco”, ma anche l’astronauta James Buchli fino a Chiara Lubich.

E l’urgenza delle scelte è l’altro fil rouge che lega Turn Around  alla tre giorni on line con duemila giovani under 35 riunitisi per trovare soluzioni a un’economia che realmente alternativa e per tutti.«Mi fa tanta impressione vedere questi ragazzi che cercano di fare qualcosa perché il loro futuro è a rischio» racconta Nancy Uelmen, autrice del testo e della musica.

Nel brano, infine, la presenza di un coro; frutto della collaborazione con giovani provenienti da Stati Uniti, India, Irlanda, Nigeria, Nuova Caledonia e molti altri Paesi. Una vera e propria preghiera: «Ci rivolgiamo allo “Spirito Creatore” e che richiama un po’ il Veni Creator” della Schola Gregoriana» dice Nancy. Il Creato che va sì salvaguardato ma anche celebrato: «È stata un’esperienza forte – conclude Colomba, altro membro del Gen Verde –, nonostante la pandemia e l’impossibilità d’incontrarci fisicamente in una sala d’incisione tanti giovani hanno dato il loro contributo per questa canzone».

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons