Trinità e Chiesa.

Una prospettiva teologicopastorale
-"Trinità e Chiesa" è un tema affascinante. Può sembrare scontato, ma solo quando il nostro sguardo si posa sui due termini - Trinità e Chiesa - considerandoli come due realtà a sé stanti da mettere poi in relazione tra loro. Non appena, invece, acutizziamo lo sguardo con l'intelligenza dell' amore che scaturisce dalla fede, ci sentiamo come presi in un vortice. E riconosciamo nel mistero della Trinità la rivelazione, anzi la partecipazione che Gesù fa a noi, col dono dello Spirito Santo, della vita di Dio. E nella Chiesa "tocchiamo" nella fede la presenza viva, efficace e al tempo stesso attesa e promessa della Trinità. Il nostro sguardo si dischiude così su tre orizzonti che, pur essendo e restando distinti, s'illuminano anche l'uno con l'altro. Il primo orizzonte è quello di Dio, il secondo è quello della Chiesa, il terzo è quello del mondo. Utilizzando il linguaggio ecclesiologico del Vaticano II, i tre orizzonti sono quelli dell'Ecclesia de Trinitate: il mistero, la comunione, la comunione, la missione. L'articolo si
sofferma su ciascuno di essi per poi trame qualche conseguenza concreta circa il nostro modo di essere Chiesa.

Leggi anche

In punta di penna
Hans Küng, l’arte del margine

Hans Küng, l’arte del margine

di
Teologia
Teologia fondamentale/1

Teologia fondamentale/1

Teologia
Teologia fondamentale/4

Teologia fondamentale/4

I più letti della settimana

Amore e delusione

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

I miei segreti

Draghi, la Libia e i migranti

Come essere autentici

Altri articoli

Cosa significa salute

Gocce di Vangelo 15 aprile 2021

Simple Share Buttons