Tra le nuvole

Cinema

Davvero originale, questo film coinvolge a fondo fin dall’inizio. Diverte, anche se ha un contenuto amaro, trattando di un tagliatore di teste di professione, assai ricercato dalle compagnie che licenziano; di due donne, divise tra lavoro e famiglia, e dei licenziati, interpretati da dipendenti che hanno perduto il lavoro realmente.

Apprezzabile l’intima connessione tra ambiente e protagonista (George Clooney, superlativo). Ambedue eleganti e dai toni soft, ma senz’anima: aeroporti e alberghi scintillanti e spersonalizzati, mondo del lavoro efficiente e dominato da dinamiche perverse, lui fiero della sua solitudine e preso da una relazione superficiale con una donna, dalla doppia vita. Il giovane regista canadese Reitman denuncia, senza addolcimenti, lo squallore esistenziale, collettivo prima che individuale. Con uno sviluppo, in stile da grande commedia, umanizzante e sfociante in toni malinconici.

 

Regia di Jason Reitman; con George Clooney, Anna Kendrick, Vera Farmiga.

 

Valutazione della Commissione nazionale film: consigliabile, brillante (prev.)

I più letti della settimana

Innamorati di Dio

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons