Torna Loppianolab: “Cambiare lo sguardo per cambiare il futuro”

Giovedì 25 alle 20.45 il primo di tre appuntamenti con Loppianolab, il laboratorio per l'Italia promosso dall’Istituto Universitario Sophia, dal Polo Lionello Bonfanti, dalla cittadella internazionale di Loppiano (Fi) in collaborazione con il Gruppo Editoriale Città Nuova.

Il distanziamento fisico che ci è stato imposto dalla pandemia da coronavirus ci ha costretti a rivedere abitudini, comportamenti, progetti, alla luce delle norme di sicurezza previste per ridurre i contagi, ma non ha fermato la voglia di socializzazione, la vivacità culturale, il bisogno di crescita di ciascuno di noi, spingendoci a trovare nuove modalità di incontro, di espressione e di relazione. Questo vale anche per Loppianolab – il laboratorio nazionale di politica, economia, cultura, comunicazione, formazione e innovazione ormai giunto alla sua undicesima edizione -, che quest’anno non si svolgerà nella cittadella di Loppiano, in Toscana, ma sul web, triplicando gli appuntamenti.

Il primo, dal titolo tema “Cambiare lo sguardo per cambiare il futuro“, si svolgerà giovedì 25 giugno dalle 20.45 in videocollegamento zoom, con diretta streaming sulla pagina Youtube di Loppiano.

Filo conduttore della serata sarà “Resurrezione di Roma“, un testo di Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari, di cui quest’anno ricorre il Centenario dalla nascita.

Scritto nel 1949, “Resurrezione di Roma” è una sorta di “Magna Charta” per il rinnovamento sociale: arrivata da Trento nella capitale, segnata dalla Seconda Guerra mondiale, Lubich riuscì a guardare oltre le brutture con lo sguardo dell’Amore, capace di rivoluzionare tutto: «politica e arte, scuola e religione, vita privata e divertimento. Tutto».

Nel corso di questo primo appuntamento di Loppianolab, introdotto da Daniela Ropelato, docente di Scienze politiche presso l’Istituto Universitario Sophia e membro del comitato promotore, il testo di Chiara Lubich verrà letto dall’attrice del gruppo musicale Gen Verde, Alessandra Pasquali, e commentato dal filosofo Emanuele Pili.

Seguirà un dialogo tra Lucia Fronza Crepaz, Comitato promotore Co-governance, Vincenzo Linarello, presidente di GOEL – Gruppo Cooperativo, e il giornalista e sociologo Marco Revelli, dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”.

Previsti gli interventi dei giovani di The Economy of Francesco e dell’United World Project con la campagna d’azione 2020-2021 #DareToCare, oltre ad altre reti di impegno civile. Le persone collegate in zoom o dai social network potranno inviare commenti e punti di vista.

«Immersi in un’emergenza sanitaria ed economica tanto grave, ci siamo subito resi conto che quest’anno il cammino di Loppianolab doveva trovare altre modalità – spiega Daniela Ropelatoper dare voce a quanti continuano a diffondere coesione, senso, a costruire comunità nel nostro tessuto sociale».

Un percorso che prevede altre due tappe: il 24 settembre, con il secondo appuntamento dal titolo “Il contagio della fraternità” e il 7 novembre, con “Tessere relazioni, abitare la città, curare il pianeta”.

Loppianolab si riconferma dunque un appuntamento fondamentale da cui ripartire, soprattutto in questo momento di incertezza e precarietà, per tornare insieme a costruire il futuro, guardandolo con uno sguardo rinnovato e mettendo in rete tutte le forze positive, per un cammino comune, intenso, generativo.

Per partecipare al collegamento cliccare qui: https://bit.ly/3eeg3W3, Meeting ID: 890 9605 8489; password: 988869 o collegarsi alla pagina YouTube di Loppianolab. Per inviare un messaggio: +39 351 598 0455.

Per approfondire il tema di Loppianolab: Resurrezione di Roma.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons