Tertio millennio

Il VII Festival del Cinema spirituale ( organizzato dalla Rivista del Cinematografo, Ente spettacolo, con il sostegno della Direzione generale Cinema del Ministero Beni culturali e la collaborazione di Rai Cinema e Medusa Film), ha visto la proiezione di 21 film: fra gli italiani Io non ho paura, Il cuore altrove, Respiro, Il miracolo e in più l’ultimo di Olmi. Fra gli stranieri Solaris e Good by Lenin, e poi l’anteprima del lavoro di Zanussi Suplement, mentre l’atteso The Passion di Gibson non è apparso. Precedeva un convegno il 2 dicembre su “Cristo nel cinema” – presieduto dal card. Poupard e moderato da Andrea Piersanti, presidente dell’Ente spettacolo – con interventi costruttivi ed anche ricchi di intuizioni sulla figura di Cristo, fra cui quelli di mons. Foley, del prof. Dario Viganò della Lateranense, del prof. Ernesto Laura storico del cinema e di registi come Castellani e Zanussi. Seguiva la proiezione dell’interessante filmato Cristo nel cinema, una storia di celluloide. Il Festival iniziato il 4 si è chiuso il 10 dicembre con la consegna dei premi ad Andrea Morricone (“Colonna sonora”), Bruno Vespa (“Sergio Trasatti”), Federico Di Chio (“Diego Fabbri”), a sigillo di una iniziativa di sempre maggior respiro.

Leggi anche

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Scopri Città Nuova di Aprile!

Come essere autentici

Altri articoli

Gocce di Vangelo 13 aprile 2021

Dopo Filippo, la fine di un’epoca?

Gocce di Vangelo 12 aprile 2021

Giordania, il re rassicura

Simple Share Buttons