Sventoleranno per quattro mesi

Tecnologia e preghiere per riportare in superficie da 700 metri di profondità i 33 minatori cileni.
Cile

Una bandiera del Cile per ogni minatore continua a sventolare giorno e notte nel deserto, mentre attraverso un piccolo tubo vengono tenuti aperti i collegamenti e si riesce a introdurre rifornimenti vitali per i minatori intrappolati cui si prospetta un isolamento non inferiore a quattro mesi.

I flash di agenzia fin dal primo momento, cioè dal 23 agosto, insieme alla notizia dei crolli e del fortunoso isolamento in sicurezza di un gruppo di 33 minatori alla profondità di oltre 700 metri, evidenziavano la precarietà della situazione. Le foto documentavano la mobilitazione di quanti, parenti e non solo, sollecitavano interventi di salvataggio eccezionali da tutto il mondo.

 

È entrata in azione, intanto, una potente trivella che lavorerà per aprire un foro del diametro di 66 centimetri, in grado di avanzare 15 metri al giorno, e consentire il salvataggio dei minatori, uno alla volta.

Sabato 28 agosto nella posta elettronica di casa ho trovato questa mail: «Por favor, necessitamos mucha oraciòn (…) Senor, te pedimos misericordia para los 33 mineros y sus familiares. Solo tu puedes rescatarlos con vida».

Si può ben capire come, pur in presenza di mezzi così sofisticati, i parenti dei minatori confidino anche nelle preghiere di chi ha fede.

Leggi anche

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

Scopri Città Nuova di Aprile!

La salute del corpo sociale

Altri articoli

Giordania, il re rassicura

Hans Küng, l’arte del margine

La magia dei grandi balletti

Gocce di Vangelo 10 aprile 2021

Simple Share Buttons