Sul concetto steiniano di Bildung. Formazione come processo ‘estetico’

 

 

Per visualizzare l’articolo scaricare pdf del fascicolo 2019/1

Edith Stein’s concept of Bildung/formation implies a series of aspects which weave together anthropology, pedagogy and ontology. The German philosopher declines the term Bild/image contained in Bildung, with the terms Abbild/copy and Urbild/archetype, which emerge particularly in her ontological writings. In this brief essay, we want to analyse the concept of Bildung/formation beginning with her vision of the human person so as to insert it into the wider context of ontology and reinterpret its conceptual form as an aesthetical process.

Il concetto steiniano di "Bildung"/formazione porta con sé una serie di aspetti che intrecciano antropologia, pedagogia e ontologia, in quanto la filosofa tedesca declina il termine tedesco "Bild" – immagine – contenuto nella parla "Bildung" con i termini "Abbild"/copia e "Urbild"/archetipo che emergono particolarmente negli scritti ontologici. In questo breve saggio intendiamo analizzare, perciò, il concetto di "Bildung"/formazione a partire dalla visione steiniana dell’essere umano per inserirla, poi, nel quadro più ampio dell’ontologia, per una rilettura del concetto stesso di formazione come processo estetico.

I più letti della settimana

Il sorriso di Chiara

Abbiamo a cuore la democrazia

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons