Spegniamo la sigaretta

Sarà pure una questione di vanità, ma vedere la trasformazione del viso e del corpo è uno stimolo sufficiente a smettere di fumare.
fumatori

Sarà pure una questione di vanità, ma vedere la trasformazione del viso e del corpo è uno stimolo sufficiente a smettere di fumare. L’esperimento effettuato dagli scienziati della Staffordshire University ha coinvolto 47 donne dai 18 ai 34 anni. In pratica, attraverso una tecnologia detta morphing gli autori della ricerca hanno ricostruito al computer i volti femminili dimostrando come saranno fra qualche anno: pelle opaca, secca, giallastra e altri inestetismi che hanno svelato gli effetti dell’invecchiamento. Inoltre il software usato ha fatto una comparazione fra fumatrici e non fumatrici. Quanto è bastato per convincere i due terzi delle donne coinvolte a smettere di fumare.

Cosa succede infatti alla nostra pelle sigaretta dopo sigaretta? Dopo aver fumato, i vasi sanguigni periferici che irrorano la pelle rimangono contratti per parecchi minuti. In altre parole, la circolazione e l’ossigenazione del sangue sono limitate e la pelle viene nutrita in modo insufficiente. A lungo andare, essa perde la sua elasticità, invecchia più rapidamente e si raggrinzisce, in particolare attorno alla bocca. Anche le smagliature sono un fenomeno più frequente.

Per non parlare di altri effetti sgradevoli provocati dal tabacco: progressiva fatica a respirare, alito cattivo, denti gialli.
E che dire degli effetti su chi è a contatto con i fumatori? Le prime vittime del tabagismo passivo sono i bambini, i quali soffrono più spesso degli altri di problemi respiratori nel corso dei primi anni della loro vita.

Un altro motivo per smettere.

I più letti della settimana

Dialogando con Tiziana Merletti

Il Cigno nero secondo Luigino Bruni

Simple Share Buttons