Sopravvissuta

Fulvia Degl’Innocenti - Edizioni San Paolo
La scrittrice Fulvia Degl'Innocenti

«Io resisto, sono forte e ho imparato a fare tante cose. Venite presto». Un messaggio che riassume la battaglia per la vita di una ragazza, Sara, sopravvissuta a un’ecatombe virale. Arranca su un’isola sperduta, dopo aver “lasciato andare” quelli della sua famiglia e trova decine di escamotage per vivere oltre i giorni.
Un’opera ben scritta, che ha avuto un grande successo. Una metafora della dura lotta ingaggiata dagli adolescenti contro tutti e tutto, per uscire dignitosamente da quell’età, con la fatica e la tenacia giovanile di vincere il virus implacabile dell’adolescenza persa nel conformismo, nella noia e nel nulla, nel male di vivere. Nei messaggi di Sara, inseriti nelle bottiglie consegnate al mare, trovo quei segnali giovanili che in molti si ostinano a non decifrare, un richiamo alla verità della vita. Da leggere d’un fiato, da condividere, per parlarne insieme.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons