Solidarietà

Donne africane

Accesso all’acqua potabile

Il fagiolo che purifica

 

Michael Lea, ricercatore dell’organizzazione canadese Clearinghouse, si è affidato alle ricerche su una pianta che cresce nelle zone equatoriali – la Moringa oleifera – per tentare di risolvere il dramma del mancato accesso all’acqua potabile. Secondo una tecnica utilizzata da secoli da alcune comunità sudanesi, i fagioli di tale vegetale sarebbero infatti in grado di purificare l’acqua. Intanto l’Onu ha deciso di dare credito a un prodotto che potrebbe offrire un contributo importante per migliorare la qualità della vita di moltissime popolazioni. Fonte: www.greenreport.it

 

Donne africane

Nobel per la pace 2011

 

Consegnato alla Commissione di Oslo il dossier con cui la Campagna Noppaw, promossa da Cipsi e ChiAma l’Africa, chiede la candidatura della collettività delle donne africane al Nobel per la pace 2011. Senza di loro non è possibile immaginare nessuna azione per lo sviluppo e la pacificazione del continente africano. La campagna ora proseguirà con diverse iniziative, tra cui una carovana che partirà dal Sud Africa per arrivare ad Oslo. Info: www.cipsi.it

 

Obama e “Africare”

Uniti per il Ghana

 

Il premio Nobel per la pace 2009, Barak Obama, ha donato parte dei fondi ottenuti con l’assegnazione del premio all’associazione Africare in favore del progetto Washh (Progetto accesso all’acqua nel Ghana occidentale), per aumentare la disponibilità di acqua pulita, garantire un miglior accesso ai servizi igienici e migliorare lo stato di salute e la qualità della vita dei 1200 beneficiari del programma, soprattutto bambini. Fonte: www.africare.org

 

I più letti della settimana

Dialogando con Tiziana Merletti

Il Cigno nero secondo Luigino Bruni

Simple Share Buttons