Scintille di mondo unito: è online il sesto episodio di “Sparks”

Il nuovo podcast di United World Project ci porta in Bolivia, a conoscere la storia di Reina: cresciuta in orfanotrofio, da adulta ha aperto un centro diurno che oggi salva dai pericoli della strada più di 120 bambini e bambine.
Youmna, Reina e Russel nell'immagine di presentazione del sesto episodio di Sparks (foto United World Project)

È uscito il 16 novembre il sesto episodio del podcast Sparks, lanciato lo scorso 16 giugno da United World Project; un percorso che, una puntata al mese (in uscita sempre il giorno 16) ci porta a conoscere le storie di giovani cosiddetti changemakers, letteralmente “agenti di cambiamento”, che seguendo quella che viene definita come una scintilla di ispirazione hanno dato avvio a nuovi progetti per migliorare la società in cui vivono. Vicende magari semplici, senza alcun eroismo, ma che hanno fatto la differenza anche solo a livello locale. A condurre Sparks sono Russel, un giovane filippino e Youmna, una giovane libanese.

L’episodio di novembre ci porta in Bolivia, Paese di Reina: una donna cresciuta in orfanotrofio dopo la morte dei genitori, e che tornata in Bolivia dopo diversi viaggi ha sentito di dover dare una risposta ai tanti bambini che trascorrono le giornate nelle strade dei villaggi, senza un’educazione, mentre i genitori sono al lavoro. Dopo aver inizialmente aperto la sua casa a questi piccoli, ha infine fondato un centro diurno: si chiama Clara Luz e oggi accoglie più di 120 bambini e bambine tra i 6 mesi e i 12 anni, seguiti da Reina e da altri educatori.

Ulteriori informazioni sono disponibili a questo link. Ricordiamo che Sparks è in lingua inglese, ed è ascoltabile sulle principali piattaforme per podcast.

Sostieni l’informazione libera di Città Nuova! Come? Scopri le nostre rivistei corsi di formazione agile e i nostri progetti

I più letti della settimana

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons