“Sono scattato ad amare”

Ci sono storie che hanno bisogno di essere ascoltate e riascoltate tante volte per poterle comprendere, altre storie ci lasciano solo la possibilità di accoglierle così come sono, velate da un mistero troppo alto per noi. Come quella di Pietrino, semplice, che sembra essere la risposta concreta all’insistente sete di autenticità, di slancio, di Verità che i giovani – e non solo – avvertono. Chi lo ha conosciuto – poco cambia se in vita o attraverso la Vita che ha generato attorno a sé – non può ignorare quello sguardo che fa innamorare di Gesù e che invita a fare il primo passo per amare.

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Tonino Bello, la guerra e noi

Perché i focolarini non votano

Diario di un viaggio in Congo

Il voto cattolico interessa

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons