Romeo e Giulietta

Una carica vitale, insieme ad una grande musicalità drammatica ed euforica, percorre il Romeo e Giulietta di Gigi Proietti per raccontare quell’amore che è la materia indissolubile e l’anima vibrante del testo di Shakespeare. Un amore quello tra i due adolescenti, fatto di approcci ingenui, di passione sincera mentre beghe familiari e odi cittadini infrangono la loro fiducia nel domani. Incuranti si avviano verso il tragico epilogo con la spensieratezza degli idealisti. Uno spettacolo giovane dove, fra intrecci di tubi metallici, si corre come solo sanno fare i ragazzi: in aderenti tute nere, contrastanti col bianco abbagliante dei due amanti, formano una squadra compatta, da branco. E in questa recitazione dal piglio moderno sono bravissimi Alessandro Averone, ventiquattr’anni, romantico ed impetuoso Romeo; Valentina Marziali, ventiduenne Giulietta dal corpo diafano e dal sorriso generoso; e Alessandro Albertin, un Mercuzio scettico e spavaldo.

I più letti della settimana

lutti

Lutti complicati

Casamicciola

Casamicciola: si poteva evitare

Simple Share Buttons