René Guénon e il cristianesimo.

Ermeneutica dei simboli e realizzazione spirituale
L’influenza di René Guénon si fa sentire con forza alla radice di alcuni orientamenti culturali contemporanei, anche cristiani, che rifiutano il mondo moderno cosi come esso si è formato dal Rinascimento in poi. Ad essi Guénon fornisce la concezione di una «Tradizione primordiale» cui ancora si potrebbe accedere attraverso la «Conoscenza integrale». Facendo seguito ad un precedente studio, l’Autore prende in esame, in un primo tempo, la simbolica guénoniana (e in essa, in particolare, la lettura dei simboli cristiani); successivamente, viene preso in considerazione il confronto che il pensatore francese stabilisce tra la propria via di realizzazione spirituale, che egli chiama «metafisica» e considera puramente intellettuale, e la mistica cristiana, caratterizzata da un amore che Guénon identifica col «sentimento». Lo studio si conclude con una valutazione sul problema della compatibilità teoretica di cristianesimo e pensiero guénoniano.

Leggi anche

Non possiamo pensarci reciprocamente escludenti
L’altro è essenziale a me

L’altro è essenziale a me

di
Novità editoriali
Le relazioni oltre la pandemia

Le relazioni oltre la pandemia

di

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Scopri Città Nuova di Aprile!

Come essere autentici

Altri articoli

Trionfo per Traviata

Gocce di Vangelo 13 aprile 2021

Dopo Filippo, la fine di un’epoca?

Simple Share Buttons