Relazione e dialogo in Martin Buber

 

In un’epoca di continui e rapidi cambiamenti, del divenire piuttosto che dell’essere, dell’apparenza piuttosto che della verità, segnata dalla “fluidità” dei modi di pensare e delle regole di vita, l’uomo rischia di essere una vittima designata del consumismo (consumo, ergo…

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Eichmann

Eichmann e la banalità del male

Simple Share Buttons