RECENSIONE. «PATH», 11 (2012/2): «PISTEUOMEN EIS HENA THEON». RIPENSARE L’UNITÀ DI DIO ALLA LUCE DELLA RIVELAZIONE TRINITARIA

Che cosa significa, nella luce della fede cristiana, che Dio è Uno e Trino? come l’hanno compreso ed espresso, lungo i secoli, i grandi testimoni dell’intelligenza della fede? e quale incidenza può avere questa verità nel contesto culturale dell’oggi, postmoderno e multireligioso? A questa domanda s’impegnano a rispondere gli Autori dei saggi confluiti in un prezioso fascicolo della rivista internazionale «PATH», organo della Pontificia Accademia di Teologia. Nella presente recensione a tre mani si offrono uno sguardo sintetico e qualche approfondimento intorno ad alcune delle proposte più significative che emergono da questi contributi.

In der schule der Trinität (di Marcus Scheiermann) — Pensare l'unità di Dio: "prima" e "dopo" la rivalzione trinitaria (di Christian Luis Diaz Yepes) — Unità e trinità di Dio nel dialogo interreligioso (di Cherrylanne Menezes)

I più letti della settimana

Samal

Saman, perché?

Saman

Saman, ancora una volta

A proposito di omeopatia

Simple Share Buttons