Quando i profughi erano italiani

Il rientro dell’Africa imperiale, l’esodo giuliano-dalmata e istriano, la fuga dalla Libia di Gheddafi. Storie e sofferenze spesso dimenticate

La pandemia ha rallentato l’immigrazione? Non pare. Il più rilevante fenomeno epocale registratosi a partire dalla fine del secondo millennio, cioè le migrazioni dei popoli da Sud a Nord e da Est a Ovest del pianeta, continua pure nel terzo…

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Dialogando con Tiziana Merletti

Il Cigno nero secondo Luigino Bruni

Si può imparare a litigare?

Simple Share Buttons