Potiche – La bella statuina

François Ozon, regista eclettico e profondo, affronta la condizione della donna nella società e nella politica.
Cinema Politiche - La bella statuina
François Ozon, regista eclettico e profondo, affronta la condizione della donna nella società e nella politica. Opta per una visione distaccata, adottando il tono da commedia anni Settanta. Con comunisti, lotta di classe, femminismo e problemi familiari di quell’epoca. Con una teatralità ricercata e adattata al suo cinema. E con attori famosi, maturi e convincenti.

La moglie di un impresario, all’inizio casalinga tranquilla, diventa capofabbrica e poi deputato, dimostrando originalità e tatto. L’età avanzata aiuta a superare gli errori giovanili e a dar prova di equilibrio, intraprendenza e ottimismo. Commedia raffinata e piacevole, dal contenuto non banale.

 

Regia di François Ozon; con Catherine Deneuve, Gérard Depardieu, Fabrice Luchini.

 

Valutazione della Commissione nazionale film: consigliabile, brillante (prev.)

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons