Politica e pensiero critico

 

Alla classe politica è chiesto di governare avendo una visione del futuro, cioè un’idea di Paese da realizzare. È in quest’impresa che si realizza la libertà politica, cioè la libertà di un pensiero critico che intenda superare il dato esistente per imprimere al cambiamento in corso le direzioni preferite.

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons