Politica e pensiero critico

 

Alla classe politica è chiesto di governare avendo una visione del futuro, cioè un’idea di Paese da realizzare. È in quest’impresa che si realizza la libertà politica, cioè la libertà di un pensiero critico che intenda superare il dato esistente…

Questo contenuto è riservato agli utenti registrati

Per visualizzarlo effettua il login

I più letti della settimana

Tonino Bello, la guerra e noi

Perché i focolarini non votano

Diario di un viaggio in Congo

Il voto cattolico interessa

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons