Per una ontologia trinitaria della carità

La teologia della carità vive oggi una delle sue stagioni più promettenti. Il tema «carità» interessa oggi non solo il livello della teologia morale e spirituale, ma anche, e in certo senso primariamente, il livello della teologia sistematica. Ci sembra che questa riscoperta della centralità della carità può permettere alla teologia di elaborare autonomamente una ontologia fondamentale, che renda piu pienamente ragione della novità e dell'armonica unità dell'evento cristiano. L'impresa non è certo semplice, perché si pone programmaticamente all'incontro fra discorso teologico e discorso filosofico. Si vuoi fare, qui, il «punto» della situazione, indicando nel contempo le strade che si aprono, in una considerazione di fondo che può essere cosi riassunta: se di ontologia fondamentale del mistero cristiano si può parlare, e se oggi è necessario elaborarla programmaticamente, tale ontologia non potrà non essere che una ontologia trinitaria dell'amore, e cioè della persona in relazione.

Leggi anche

In punta di penna
Hans Küng, l’arte del margine

Hans Küng, l’arte del margine

di
Teologia
Teologia fondamentale/1

Teologia fondamentale/1

Teologia
Teologia fondamentale/4

Teologia fondamentale/4

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

Scopri Città Nuova di Aprile!

La salute del corpo sociale

Altri articoli

Giordania, il re rassicura

Hans Küng, l’arte del margine

La magia dei grandi balletti

Gocce di Vangelo 10 aprile 2021

Simple Share Buttons