CN+

Parliamo dei Rohingya, per non dimenticare nessuno e nessuna guerra

Riuscire ad avere uno sguardo globale in un momento così difficile - in cui l’attenzione è puntata sul conflitto europeo, indubbiamente crudele e con possibili effetti devastanti per molti Paesi -, è importante e fondamentale per capire che tutta l’umanità soffre e, da qualche parte del mondo, da molti anni.
Bambini del popolo Rohingya in attesa di ricevere cibo, foto Ap.

Sono tante le guerre dimenticate, perchè lontane dal nostro vissuto. Spesso in luoghi desertici o nelle foreste tropicali. Eppure hanno tutte in comune la stessa crudeltà, lo stesso odio, lo stesso colore del sangue versato e le stesse grida di…

QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI A CN+

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Il sorriso di Chiara

Abbiamo a cuore la democrazia

Quell’articolo che ci ha cambiato la vita

La filosofia dello sguardo

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons