Orfeo in paradiso

Luigi Santucci - Marietti
Luigi santucci "orfeo in paradiso"

Ritrovarsi nell’amore, un amore così forte da raggiungere la persona amata oltre la soglia della morte. È il motivo dominante di questo capolavoro dovuto ad uno dei nostri più ispirati e originali scrittori del Novecento, vissuto tra il 1918 e il 1999, che con esso vinse il Premio Campiello 1967.

 

Ambientato nella Milano tra Ottocento e Novecento, narra la vicenda surreale e metafisica di un figlio sull’orlo del suicidio per la morte della madre. Orfeo, attraverso una sorta di patto faustiano con un misterioso personaggio, ottiene di ritornare indietro nel tempo e di poterla seguire dalla nascita in poi, ripercorrendo le tappe della sua vita.

 

Oggi riproposto tenendo conto delle varianti fatte a penna dall’autore su una copia dell’edizione del 1992, il romanzo mantiene intatto il fascino struggente che ne decretò l’eccezionale successo.

Leggi anche

Narrativa
Chiara Lubich

Chiara Lubich

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

I miei segreti

Scopri Città Nuova di Aprile!

Draghi, la Libia e i migranti

Altri articoli

Declino demografico e pandemia

Gocce di Vangelo 14 aprile 2021

Il Ramadan in tempo di Covid

Simple Share Buttons