Oltre la paura con fantasia

Favole anziché anestesia per i bambini sottoposti a radioterapia.
Bambino in radioterapia
La radioterapia, impiegata nel trattamento di alcuni tumori, se è sicuramente un’esperienza particolare per pazienti di ogni età, lo è in special modo per i piccoli, tanto da arrivare a essere terribile in alcuni casi sia per i bambini che per i loro genitori. È per questo che il personale dei centri di radioterapia è attrezzato il più delle volte anche per affrontare questo tipo di difficoltà. Per non dire delle varie associazioni più o meno spontanee per bambini malati di cancro, in grado di offrire consigli e assistenza a tutta la famiglia coinvolta.

 

Per i bambini in tenera età, poi, è prevista la possibilità di un trattamento in anestesia generale lieve ed è consentito ai genitori sia di rimanere con il proprio figlio fino a quando si addormenta, sia di seguire la procedura attraverso un vetro o un monitor.

 

Diversi sono i tentativi in atto per far sì che quest’esperienza sia meno traumatica possibile, con un intrattenimento che distragga e smorzi la paura. Una delle ultime trovate è quella di un libro di favole che facciano addormentare i bambini senza l’anestesia o comunque li tranquillizzino e li predispongano alla collaborazione con i tecnici. Filippo e gli altri – Storie per una buona notte, edito da Carthusia Edizioni in collaborazione con la Fondazione Abio, è una raccolta di nove incredibili avventure, storie pensate da un grande scrittore per ragazzi come Roberto Piumini, illustrate da Valeria Petrone e Patrizia La Porta, per i bambini che affrontano l’esperienza dell’ospedalizzazione, perché possano viverla con leggerezza e serenità, tenendo conto del loro bisogno di gioco, di sicurezza e di affetto.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons