Ogni maledetta domenica

Giorgio Panariello
È scomparso dalla tv dal 2006, dopo la sfortunata conduzione di Sanremo. Da allora, qualche “ospitata” e il celeberrimo Naomo protagonista di una fortunata serie di spot televisivi. Ora Giorgio Panariello ritenta, ma con la radio. In un piccolo teatro romano “The Club”, con soli 270 spettatori, 50 dei quali sorteggiati per un biglietto gratuito dalla radio Rtl 102,5 dove lo spettacolo andrà in onda ogni domenica alle 21 per 8 settimane. Il titolo, Ogni maledetta domenica, ispirato dall’omonimo film di Oliver Stone su un blasonato allenatore di football americano. «Il film di Stone – ha dichiarato Panariello al Corsera – è una metafora della vita e anche della mia carriera: dice che bisogna conquistarsi il terreno centimetro dopo centimetro per arrivare alla meta».

L’esordio domenica 14, San Valentino, e il tema non poteva essere che l’amore, cantato con Claudio Baglioni e declamato da Giorgio Albertazzi, ospiti dello show. «È uno spettacolo teatrale – sottolinea Panariello – e una sorta di grande monologo, in cui si alternano musica e personaggi nuovi». Il radio show si presta per fare della sperimentazione senza l’assillo degli ascolti dell’Auditel che giudicano solo da un punto di vista quantitativo la qualità di un programma e di un grande comico.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons