Nuovi Lea 2017

Perché si tratta di un passaggio importante?

Dopo oltre 15 anni, il nostro Servizio sanitario nazionale ridefinisce i Livelli essenziali di assistenza (Lea), ossia prestazioni e servizi che il Ssn è tenuto a fornire ai cittadini, gratuitamente o con ticket. Il passaggio è molto significativo: introduce la garanzia di prestazioni  specifiche per pazienti affetti da nuove patologie rare (ben 118 nuove voci); inoltre sono definite nuove esenzioni per malattie croniche invalidanti (come la broncopatia cronica ostruttiva o l’endometriosi). Altrettanto significative l’introduzione della gratuità per alcune importanti coperture vaccinali e la ridefinizione della lista delle prestazioni ambulatoriali.

Il precedente “nomenclatore” risaliva al 1996 ed era necessario provvedere ad eliminare le voci obsolete, introducendo le nuove possibilità offerte dal progredire delle conoscenze tecniche e scientifiche. Il rischio dell’obsolescenza sarà evitato dall’introduzione di una commissione nazionale per l’aggiornamento dei Lea su base annuale. Ricordiamo infatti che il sistema, introdotto nel 2001, costituisce un “contratto” con tutti gli assistiti dal Ssn, che si impegna a garantire le prestazioni che risultano efficaci, sicure e appropriate.

spartacomencaroni@gmail.com

I più letti della settimana

Eichmann

Eichmann e la banalità del male

Esercizi di… radicamento

Beato Livatino

Il giudice ragazzino “vive” ancora

Simple Share Buttons