“Non mi vergogno del Vangelo”

L’apostolo Paolo ha detto: Io infatti non mi vergogno del Vangelo, poiché è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede, del giudeo prima e poi del greco (Rm 1, 16). Vengo dall’Inghilterra, però anch’io sono europeo. Mio padre era tedesco, nato a Stoccarda. Mia madre era scozzese, nata nel Regno Unito. Mio padre era ebreo di razza, agnostico. Mia madre anglicana, non-praticante. Quindi sono cresciuto senza una formazione cristiana. Tuttavia, quando sono entrato all’università, ho incontrato un gruppo di persone che aveva una vera fede in Gesù. Ho deciso perciò di fare una ricerca approfondita sul tema della cristianità. Per caso avevo nella mia libreria una copia della Bibbia, tutta impolverata, e così una sera l’ho presa in mano e ho cominciato a leggerla. Ho letto tutto i vangeli di Matteo, Marco, Luca e metà di quello di Giovanni. Poi mi sono addormentato. Al mio risveglio, ho finito di leggere il vangelo secondo Giovanni e ho proseguito con gli Atti, le Lettere ai romani e ai corinzi. Ero totalmente preso da ciò che leggevo. Allorché ho finito di leggere il Nuovo Testamento, ho concluso che doveva essere vero, che Gesù era vivo oggi. Subito ho sentito un grande entusiasmo per lui. Quando poi ho sperimentato nella mia vita cosa opera il Vangelo, ho avuto il forte desiderio di far conoscere Gesù ad altri; di dir loro che era morto per i miei peccati, che era risorto a nuova vita e che si può avere un rapporto con lui, oggi. Per questo motivo sono stato molto entusiasta quando ho scoperto il dono del corso Alpha. Il corso Alpha è un modo (e naturalmente non l’unico) di proclamare il Vangelo oggi. Dico quando l’ho scoperto, perché non l’ho inventato io. Alpha è iniziato nel 1977 e tanta gente vi è stata coinvolta. Un milione di persone in tutto il mondo, infatti, sono ora impegnate nei corsi Alpha. È nato in una comunità parrocchiale ed ora si svolge in 33 mila chiese in tutto il mondo. Alpha è un modo di poter sperimentare un rapporto vivo con Dio, attraverso Gesù Cristo, nella potenza dello Spirito Santo. Offre alle persone una guida pratica alla fede cristiana. È rivolto soprattutto a coloro che non si considerano cristiani e a quanti non frequentano la Chiesa. Alpha si tiene in chiese di ogni denominazione (cattolica, ortodossa, luterana, battista, metodista e anglicana). Il corso è centrato su ciò che ci unisce come cristiani, cioè la persona di Gesù Cristo. Perché ciò che ci unisce è tanto più grande di ciò che ci separa. Questo è l’aspetto più esaltante dell’avvenimento di oggi; è meraviglioso vedere leader di denominazioni diverse riuniti insieme per uno scopo comune; veder Gesù onorato nuovamente in Europa, specialmente dai giovani. Il 75 percento delle persone che frequentano il corso Alpha va dai 18 ai 35 anni di età. Oggi i giovani in tutto il mondo, inclusi quelli dell’Europa, si stanno domandando: C’è qualcosa di più nella vita?. Stanno cercando qualcosa fuori da questo mondo materiale: la trascendenza, uno scopo nella vita e il senso della comunità. Questa ricerca ha condotto quasi dieci milioni di persone a partecipare ad un corso Alpha in 168 nazioni di tutto il mondo. Per me, non c’è cosa più emozionante che vedere cambiare la vita delle persone mentre sperimentano un rapporto con Dio attraverso Gesù Cristo. Lasciatemi citare un esempio. Un uomo chiamato Paul Cowley aveva avuto difficoltà nella vita. Era cresciuto in un quartiere difficile vicino a Manchester, aveva trascorso del tempo in prigione, avuto diverse relazioni che non erano finite bene, e aveva un figlio che non vedeva da dodici anni. Poi è venuto ad un corso Alpha nella nostra chiesa. Ha trovato la fede in Gesù Cristo e la sua vita è cambiata totalmente. Paul ha poi portato il corso Alpha nelle prigioni dove lui è stato. Alpha infatti è ora tenuto nell’ottanta percento delle prigioni del Regno Unito ed in altre prigioni in Europa e nel mondo. Paul ha iniziato un’organizzazione che si prende cura degli ex-carcerati nel Regno Unito e in tutto il mondo. Il Vangelo ha cambiato la vita di Paul, e attraverso di lui, tante altre vite sono state trasformate man mano che altre persone hanno sperimentato un rapporto con Gesù Cristo. Ora Paul è stato ordinato prete nella Chiesa anglicana e lavora anche per portare un rinnovamento sociale nel Regno Unito; con gli ammalati di Aids, i senza tetto, e nei quartieri svantaggiati di Londra. Paul si è riconciliato con suo figlio che ora è pure lui un cristiano, leader e insegnante di Alpha. Ecco un europeo che si è aperto al Vangelo: il messaggio evangelico non solo ha cambiato la sua vita ma anche quella della sua famiglia e della società attorno a lui. Ha avuto un’incidenza sui detenuti nelle prigioni, i senza tetto, sul numero di reati e sulla vita familiare. San Paolo ha detto nella sua lettera ai romani: Non mi vergogno del Vangelo, poiché è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede, del giudeo prima e poi del greco. Come altri Paolo, noi crediamo che Dio ci chiama a lavorare assieme a voi per continuare a proclamare il Vangelo, e così poter vedere la rievangelizzazione dell’Europa e la trasformazione della società.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons