Scenari

Francesco da piazza San Pietro, «Fermiamo la guerra mondiale»

Nuovo appello del papa che invita ad aprire gli occhi davanti alla tragedia della guerra in Ucraina

Pope Francis arrives for his weekly general audience in St. Peter's Square, at the Vatican, Wednesday, Sept. 7, 2022. (AP Photo/Alessandra Tarantino)
Pope Francis waves as he leaves at the end of his weekly general audience in St. Peter's Square, at the Vatican, Wednesday, Sept. 7, 2022. (AP Photo/Alessandra Tarantino)
Guerra in Ucraina (AP Photo/Andrii Marienko)
Ucraina in guerra (AP Photo)
Ucraina guerra (AP Photo/Vadim Ghirda)
Guerra in Ucraina (AP Photo/Vadim Ghirda, File)
Guerra in Ucraina  (AP Photo/Rodrigo Abd)
Ph Lapresse
Balducci e la guerra. Foto Ucraina (AP Photo/Rodrigo Abd)
Guerra in Ucraina  (AP Photo/Emilio Morenatti)
(AP Photo/Petros Giannakouris)

«Oggi stiamo vivendo una guerra mondiale, fermiamoci per favore!». Da piazza San Pietro a Roma si è levato di nuovo il grido di papa Francesco che invita a fare di tutto per fermare le guerre che compongono un tragico mosaico a livello mondiale.

Mentre le cronache sulla guerra in Ucraina riportano la sospensione per i combattimenti intorno alla centrale nucleare di Zaporižžja e registrano una fase di stallo in un conflitto di posizione combattuto con armi super moderne, sembra del tutto archiviata nella campagna elettorale italiana la piaga della guerra in Europa che rischia di estendersi da un momento all’altro. Francesco, a costo di essere frainteso e male interpretato, continua a lanciare il suo grido per svegliare i nuovi sonnambuli a 100 anni dal primo conflitto mondiale.

Al termine dell’udienza generale svoltasi all’aperto e incentrata sul discernimento sull’esempio di Ignazio di Loyola, il papa ha detto a braccio «non dimentico la martoriata ucraina. Ci sono delle bandiere lì. Di fronte a tutti gli scenari di guerra del nostro tempo, chiedo a ciascuno di essere costruttore di pace e di pregare perché nel mondo si diffondano pensieri e progetti di concordia e di riconciliazione». Francesco partirà per il Kazakistan il prossimo 13 settembre per partecipare ad un incontro internazionale per il dialogo interreligioso dove sarà assente, tuttavia, il patriarca di Mosca Kirill. Una guerra tra popoli di tradizione cristiana segna questo inizio di secolo e interpella tutti.

Foto Ap La Presse sull’udienza papale e sulla guerra in Ucraina

Guarda anche

Scenari globali
Pace giusta e questione palestinese

Pace giusta e questione palestinese

di
Mondo
Bombardamenti turchi sul Kurdistan

Bombardamenti turchi sul Kurdistan

A cura di
Scenari
Stati Uniti, Fbi a casa di Trump

Stati Uniti, Fbi a casa di Trump

A cura di

I più visti della settimana

Scenari globali
Pace giusta e questione palestinese

Pace giusta e questione palestinese

di
Mondo
Bombardamenti turchi sul Kurdistan

Bombardamenti turchi sul Kurdistan

A cura di
Scenari
Stati Uniti, Fbi a casa di Trump

Stati Uniti, Fbi a casa di Trump

A cura di
Scenari
Boris Johnson in bilico

Boris Johnson in bilico

A cura di
Simple Share Buttons