Mohammad Shomali: l’ottimismo del dialogo

L’intervista al Prof. Mohammad Shomali, Decano di Studi Post-Laurea presso la sezione internazionale della Jami’at al-Zahra e Direttore dell’Istituto Internazionale per gli Studi Islamici di Qum - Iran, offre la possibilità di approfondire le valenze del dialogo sia a livello vitale che nell’ambito accademico. Il Prof. Shomali, infatti, nel corso di questa intervista non esita e raccontare la propria esperienza di dialogo esistenziale, che ha permesso di stabilire preziosi rapporti di fiducia fra musulmani e cristiani. Sulla base di questi rapporti si è successivamente sviluppato un dialogo accademico che coinvolge ora colleghi e studenti e che getta ponti di conoscenza reciproca fra cristiani e musulmani sciiti. Di grande rilievo sono alcune considerazioni dell’accademico sciita sui rapporti di dialogo fra la Chiesa cattolica e i musulmani, ma anche di notevole interesse sono le osservazioni sulla centralità della categoria dell’amore nell’islam. Proprio questi due elementi – il ruolo della Chiesa cattolica e la categoria dell’amore – possono offrire un prezioso modello di riferimento per un dialogo che viene spesso ritenuto difficile.

Leggi anche

Evento
Chiara Lubich, donna del dialogo

Chiara Lubich, donna del dialogo

di

I più letti della settimana

Amore e delusione

I miei segreti

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Draghi, la Libia e i migranti

Come essere autentici

Altri articoli

Amazon, un fenomeno da conoscere bene

Corridoi umanitari: una via sicura

Voglia di potere

Agrovoltaico: sì, no, come?

Gocce di Vangelo 16 aprile 2021

Simple Share Buttons