Memorandum Italia-Libia, in piazza contro il rinnovo

40 organizzazioni invitano la società civile a scendere in piazza durante la manifestazione organizzata alle 17,30 in piazza dell’Esquilino
Memorandum
Foto Mauro Scrobogna/LaPresse 19-10-2022 Roma (Italia) Cronaca - protesta contro accordi con la Libia su immigrazione - Nella foto: attivisti incatenati davanti alla Camera dei Deputati protestano contro il rinnovo delle sovvenzioni alla Libia per il contrasto dell’immigrazione clandestina 10-19-2022 Rome (Italy) News - protest against immigration agreements with Libya - In the photo: activists chained in front of the Chamber of Deputies protest against the renewal of subsidies to Libya to combat illegal immigration

Se entro il 2 novembre il governo italiano non deciderà per la sua revoca, il Memorandum Italia-Libia verrà automaticamente rinnovato per altri 3 anni. Si tratta di un accordo che da ormai 5 anni ha conseguenze drammatiche sulla vita di migliaia di donne, uomini e bambini migranti e rifugiati. Dal 2017 ad ottobre 2022 quasi 100 mila persone sono state intercettate in mare dalla guardia costiera libica e riportate forzatamente in Libia, un Paese che non può essere considerato sicuro. Le organizzazioni chiedono al governo italiano di riconoscere le proprie responsabilità e di non rinnovare gli accordi con la Libia.

40 organizzazioni chiedono all’Italia e all’Europa di riconoscere le proprie responsabilità e non rinnovare gli accordi con la Libia e invitano la società civile a scendere in piazza durante la manifestazione organizzata alle 17.30 in piazza dell’Esquilino a Roma, mercoledì 26 ottobre.

Le organizzazioni firmatarie:

A Buon Diritto, ACAT Italia, ACLI, ActionAid, Agenzia Habeshia, Alarm Phone, Amnesty International Italia, AOI, ARCI, ASGI, Centro Astalli, CGIL, CIES, CINI, CNCA, Comitato Verità e Giustizia per i Nuovi Desaparecidos, Comunità Papa Giovanni XXIII, CoNNGI, FCEI, Focus Casa dei Diritti Sociali, Fondazione Migrantes, Emergency, Euro-Med Rights, Europasilo, Intersos, Mani Rosse Antirazziste, Medici del Mondo Italia, Mediterranea , Medici Senza Frontiere, Movimento Italiani Senza Cittadinanza, Open Arms, Oxfam Italia, Refugees Welcome Italia, ResQ – People Saving People, Save the Children, Sea-Watch, Senza Confine, SIMM, UIL, UNIRE (Unione Nazionale Italiana dei Rifugiati ed Esuli).

Sostieni l’informazione libera di Città Nuova! Come? Scopri le nostre rivistei corsi di formazione agile e i nostri progetti. Insieme possiamo fare la differenza! Per informazioni: rete@cittanuova.it

I più letti della settimana

Al servizio o al potere

Simple Share Buttons