Magistratura e politica

Le indagini condotte dalla magistratura per i reati di corruzione pubblica, emersi pressoché uniformemente in tutto il territorio del Paese, hanno generato un senso di frustrazione nella classe politica, chiamata direttamente in causa dal generalizzato fenomeno delle "tangenti" ai partiti. Rilevato che il guasto politico-amministrativo si è prodotto per l'intreccio tra partiti e istituzioni, nell'articolo si esamina la possibilità di sanare detto guasto distinguendo i partiti dalle istituzioni e operando all'interno delle istituzioni stesse una proficua distinzione tra l'apparato amministrativo e i consigli e le assemblee rappresentative: in tal modo l'azione della magistratura rientrerebbe nel suo ruolo ordinario di difesa della legalità anche nella amministrazione pubblica.

I più letti della settimana

Il sorriso di Chiara

Abbiamo a cuore la democrazia

Quell’articolo che ci ha cambiato la vita

La filosofia dello sguardo

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons