l’insegnamento della Scrittura come premessa all’«economia di comunione»

Non mancano, nei libri dell'Antico Testamento, e specialmente nei profeti, riflessioni che costituiscono le radici per la comprensione di una «economia di comunione». Dopo avervi fatto riferimento Gérard Rossé sintetizza l'insegnamento di Gesù in merito alla povertà e alla ricchezza e spiega la concezione e l'esperienza della comunione dei beni nella prima comunità cristiana. Ne emerge che l'economia di comunione tende a superare l'«economia di sopravvivenza» che caratterizzava la comunità primitiva, per trovare applicazione anche in una società nella quale non ci siano piu «poveri in mezzo a voi».

I più letti della settimana

Tonino Bello, la guerra e noi

Perché i focolarini non votano

Diario di un viaggio in Congo

Il voto cattolico interessa

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons