L’inquietudine di Andrej Tarkovskij

Nostalghia (1983) di Andrej Tarkovskij sembra un elogio della lentezza, più ancora dei film precedenti del regista, soprattutto quando misurati con il parametro dei ritmi accelerati dei film di azione, come vengono prodotti a Hollywood o anche in Cina. Sembra dunque quasi un paradosso che il film, allo stesso tempo, sappia comunicare in vari modi un senso allarmante della brevità…
Questo contenuto è riservato agli utenti registrati

Per visualizzarlo effettua il login

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons