Lievito o farina?

Riflessioni e domande di un parroco che opera nel quartiere di periferia Centocelle, dove vive la più grande comunità musulmana di Roma, con cui si è instaurato un buon dialogo, ma che è segnato pure da problemi di malavita e droga. Mentre si pone, insieme a tutta la diocesi, in ascolto del “grido” della città, l’autore s’interroga qui sulla pesantezza di certe strutture dell’organizzazione pastorale. Occorre riconfigurare la comunità cristiana come “lievito” nella massa e proiettarsi decisamente “in uscita”. Ne parlano, con prospettive complementari e da altri contesti, anche l’articolo che segue e i contributi nella sezione “Buone pratiche”. 

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons