L’ateismo moderno -VI.

L'ateismo pratico, edonistico, consumistico. "nuovo sacro" e nuova risposta cristiana
La nostra epoca di secolarismo e radicalismo di matrice borghese genera un ateismo non più dottrinale o ideologico, ma infondatamente pratico, edonistico, consumistico, legato a scelte tanto di costume individuale quanto di moda e di massa; e che un generale indebolimento del pensiero non sa né puntellare né distruggere. Ad esso fa riscontro, non come suo opposto ma come suo sfondo, un "nuovo sacro" senza nome e senza volto, che tutto comprende e tutto trasforma in una pseudo-religiosità indifferenziata, dissolvente anche se stessa. A tale ormai poderosa crisi della trascendenza e perciò dell'essere, risponde l'antica e nuova proposta cristiana del Dio-Trinità, che oltre le tradizionali dimensioni del pensiero introduce nel mistero dell'amore, vocazione ultima e integrale di un'età di tragico disincanto.

Leggi anche

Piani inclinati
Tempi duri per le cure palliative

Tempi duri per le cure palliative

di
Trend
Se l’umanità declina

Se l’umanità declina

di

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

Scopri Città Nuova di Aprile!

La salute del corpo sociale

Altri articoli

Giordania, il re rassicura

Hans Küng, l’arte del margine

La magia dei grandi balletti

Gocce di Vangelo 10 aprile 2021

Simple Share Buttons