L’altro è essenziale a me

L’autore, filosofo e docente presso l’Istituto universitario Sophia, con il presente contributo invita a considerare in chiave diversa quell’alterità fra persone e gruppi che talvolta porta al conflitto e alla reciproca esclusione. Quando consideriamo l’altro come essenziale per noi e riconosciamo vicendevolmente la nostra diversità, le differenze diventano fonte di arricchimento e permettono l’accadere di quella scintilla dell’unità nella diversità che è fonte di creatività e di costante novità.

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

No vax, no tax, no fax, no sax…

No vax, no tax, no fax, no sax…

Domande sui fatti di Voghera

Simple Share Buttons