L’altro è essenziale a me

L’autore, filosofo e docente presso l’Istituto universitario Sophia, con il presente contributo invita a considerare in chiave diversa quell’alterità fra persone e gruppi che talvolta porta al conflitto e alla reciproca esclusione. Quando consideriamo l’altro come essenziale per noi e riconosciamo vicendevolmente la nostra diversità, le differenze diventano fonte di arricchimento e permettono l’accadere di quella scintilla dell’unità nella diversità che è fonte di creatività e di costante novità.

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

Leggi anche

Novità editoriali
Le relazioni oltre la pandemia

Le relazioni oltre la pandemia

di

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

Scopri Città Nuova di Aprile!

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Altri articoli

Dopo Filippo, la fine di un’epoca?

Gocce di Vangelo 12 aprile 2021

Giordania, il re rassicura

La magia dei grandi balletti

Simple Share Buttons