La sua amica

Articolo

Non riesco ad accettare l’amicizia del mio fidanzato con una ragazza, anche mia amica: tra di loro c’è una complicità che mi disturba tantissimo. Soffro della sua mancanza di attenzioni: non mi fa mai dei complimenti, raramente mi scrive sms, non mi compra mai dei pensierini. Ci sono momenti in cui mi rende felice vedermi accanto lui per la vita, altri no per paura di soffrire. Con estrema difficoltà cerchiamo di portare avanti la scelta della purezza, da lui non condivisa, e alle volte non ci riusciamo. Non so che fare. Io ho 27 anni e lui 33. K.B. – Sicilia Non è facile essere sicuri di volersi bene, di avere gli stessi obiettivi e capire i passi da compiere. Tutti noi respiriamo una cultura, tra l’altro, che non aiuta a conoscere pienamente sé stessi, il prossimo, e a fare scelte responsabili. Fai bene a confidarti e a condi- videre con qualcuno i tuoi dubbi per trovare conforto e consiglio. Penso però che soprattutto potrebbero essere utili per te e per voi degli incontri specifici per coppie. Ce ne sono un po’ ovunque, organizzati dalle diocesi e dalle associazioni. Attraverso il confronto tra tutti i partecipanti, illuminato dai formatori, si capisce come far crescere il rapporto o se interromperlo. Si imparano ad affrontare le difficoltà piccole e grandi della vita a due, accostandosi ad una spiritualità che la riempie e la sostiene, e ci si prepara eventualmente al matrimonio; si approfondiscono tanti argomenti importanti, per esempio anche la scelta della purezza. Le esperienze in proposito esprimono il valore che reca: sempre più il rapporto poggia su basi solide e su un sentimento libero da egoismi, il dialogo si affina e i passi pian piano si fanno insieme. Ti auguro che pian piano sia così anche per te e il tuo ragazzo. Riguardo alla sua amica: può essere normale avere delle amicizie personali che col tempo diventano di coppia (nel vostro caso si tratta già di un’amica di entrambi). Il punto è che lui dovrebbe avere quella complicità innanzitutto con te, riuscendo a dimostrarti l’attenzione, anche se non con dei pensierini perché magari non è la sua inclinazione, però con una frase, un bigliettino che dica che vuol condividere la vita con te. Prova a iniziare tu per non pretendere e vedi se ti segue… Coraggio, cerca di non ripiegarti su te stessa, volendo bene al tuo ragazzo e alle persone che ti sono accanto, e punta in alto: l’amore è l’energia per costruire legami stabili e fruttuosi che generano la famiglia e il tessuto sociale circostante. spaziofamiglia@cittanuova.it

I più letti della settimana

Innamorati di Dio

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons