La strategia dell’acqua

Lorenzo Silva - Guanda
Lorenzo Silva "La strga dell'acqua"
E’ difficile trovare un bel giallo senza eccessi di sangue, sesso e killer psicopatici ad ogni pagina. Ma qualche volta per fortuna succede. Lo spagnolo Lorenzo Silva, scrittore ormai affermato nel suo paese, ci propone Bevilacqua e Chamorro, simpatica coppia di investigatori “normali”, nel senso che il lettore può, se vuole, facilmente immedesimarsi in loro.

 

Lui, istinto da cacciatore, il migliore investigatore disponibile, onesto e corretto, anche se poco diplomatico e apparentemente riluttante ad impegnarsi in questo caso perché «stanco di fare lo sbirro buono». Lei, la sergente, giovane, intelligente, piena di buon senso, «risata morbida e rilassata» che riflette «la serena accettazione di se stessa di una donna felice di esserlo con tutti i suoi cambiamenti, compreso il passare del tempo».

 

Anche il morto contribuisce a rendere atipico il romanzo: apparentemente coinvolto in un banale regolamento di conti per traffico di droga, si scopre che è un padre affettuoso, in lotta per ottenere la custodia del figlio affidato alla madre dopo la separazione. A Bevilacqua qualcosa non torna, anche perché lui stesso… 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons