La musica vince sull’alluvione

Il noto trombettista Paolo Fresu, gallurese di Berchidda ha riunito sul palco della Fiera di Cagliari decine di artisti da Paola Turci a Samuele Bersani, Alice, Mauro Pagani, Gianmaria Testa, Marco Carta e altri ancora per contribure alla ricostruzione delle scuole distrutte dal ciclone Cleopatra
Paolo Fresu

Sono trascorsi oltre sei mesi dal quel tragico 18 novembre, quando il ciclone Cleopatra ha seminato morte e distruzione in una buona parte della Sardegna. Da subito si è mossa la macchina della solidarietà e tante iniziative sono state messe in campo in tutta l’Isola, ma anche nel resto d’Italia per venire incontro alle esigenze di chi aveva perso tutto.

Così fuori dal clamore di media in molti hanno donato parte di quel che avevano per sostenere la ricostruzione, per arredare nuovamente l’abitazione di famiglie che avevano visto danneggiati mobili, suppellettili ed elettrodomestici.

Il musicista Paolo Fresu, gallurese di Berchidda, ha organizzato nei giorni scorsi una serata musicale di beneficienza per la ricostruzione delle scuole danneggiate dal ciclone.

La risposta di tanti artisti di fama nazionale e locale non si è fatta attendere e per una sera si sono esibiti sul palco dell’Arena Grandi Eventi della Fiera di Cagliari. L’elenco è lungo:  Paola Turci, Samuele Bersani, Alice, Mauro Pagani, Gianmaria Testa, Marco Carta, Omar Pedrini, Claudio Coccoluto, i Perturbazione, Raffaele Casarano, il Devil Quartet, Raphael Gualazzi, NeonElio, gli attori Lella Costa e Ascanio Celestini, e molti artisti sardi quali Piero Marras, Tazenda, Luigi Lai, Elena Ledda, Antonello Salis, Gavino Murgia, Franca Masu, Sikitikis, Menhir, Salmo, Lavinia Viscuso, l'Orchestra d'archi del Teatro Lirico di Cagliari, Celso Valli arrangiatore e direttore musicale, e Paolo Fresu al direttore artistico dell'evento. La regia era invece affidata a Gianfranco Cabiddu che ha coordinato interventi musicali, contributi video, momenti di spettacolo.

Gli incassi e le donazioni spontanee sono state interamente devoluti per la ricostruzione delle sessantuno scuole abbattute o danneggiate dall’alluvione. Lo spettacolo è stato preceduto, al Tiscali Auditorium, da un convegno dal titolo “Riflessioni e politiche per il territorio” che ha offerto una panoramica sugli effetti più o meno benefici di politiche ambientali e territoriali attualmente in atto nel nostro Paese, col contributo dell’ urbanista e saggista, Alessandro Delpiano.

La serata ripresa in diretta dalle telecamere di Rai 3, e mandata in onda da Rai Radio 2, ha riscosso un buon successo di pubblico, a testimonianza di come contenuti di un certo rilievo vengono bene accolti dalla gente.

Un’alleanza perfetta quella tra musica, cultura e solidarietà in un solo evento che può essere d’ispirazione per tutte quelle altre regioni che anche di recente sono state investite da efferate stragi naturali come quella a Senigallia, l’ultimo di una lista troppo lunga di disastri ambientali.

"Sardegna chi_ama" però non si ferma ed è ancora attiva la raccolta fondi attraverso il sito www.sardegnachiama.it, cliccando sul pulsante “Partecipa con una donazione” oppure è possibile donare attraverso un bonifico sul conto: IT89Y0567617400000070083765.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons