La donna perfetta

Johanna è una potente manager vittima di un forte esaurimento nervoso che, convinta dal marito, lascia New York per trasferirsi con tutta la famiglia a Stepford, nel Connecticut. Nell’idilliaca cittadina si trova circondata da splendide donne, tutte provette casalinghe e mogli docili e sottomesse, che scoprirà essere donne di successo trasformate in cyborg dai rispettivi mariti, stanchi di vivere all’ombra di persone più in gamba di loro. La donna perfetta è il remake de La fabbrica delle mogli, film diretto da Bryan Forbes nel 1975, quando l’emancipazione femminile era un tema caldo e, per certi versi, molto più problematico per l’universo maschile che non oggi e veniva affrontato con piglio decisa liana a imbarcarsi in questo pasticcio. La crisi di idee che sta imperversando a Hollywood negli ultimi tempi ha partorito l’ultimo, deludente remake. Non ci resta che aspettare il sequel. Regia di Frank Oz; con Nicole Kidman, Bette Midler, Glenn Close, Roger Bart, Matthew Broderick, Christopher Walken.

I più letti della settimana

Il sorriso di Chiara

Abbiamo a cuore la democrazia

Carlo Maria Viganò scismatico?

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons