La catena è forte quanto l’anello più debole

Da vescovo ausiliare a Jaro nelle Filippine e poi da vescovo diocesano di San Carlos, mons. Gerard Alminaza ha svolto il suo ministero con la priorità di creare la fraternità e la condivisione fra i sacerdoti, a cominciare da quelli più ai margini. Un cammino che non si è avvalso di regole o raccomandazioni, ma ha tratto forza da una comune presa di coscienza: «io sono se noi siamo». Con conseguenze concrete fino alla prassi della comunione dei beni. 

Scarica l’articolo in pdf /

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Per visualizzarlo effettua il login

Non sei un utente abbonato?

I più letti della settimana

Eichmann

Eichmann e la banalità del male

Beato Livatino

Il giudice ragazzino “vive” ancora

Esercizi di… radicamento

Simple Share Buttons