Ischia, navetta gratuita e sostenibile

Per decongestionare il traffico il comune principale dell’Isola sperimenta una navetta gratuita per turisti e residenti, per collegare i parcheggi di periferia con il centro. Esempio anche per altri comuni d’Italia.

“Vi presento ZiZi, la cicala: la navetta gratuita che collegherà il parcheggio del Palazzetto dello Sport con il centro d’Ischia. Non raggiungiamo il centro con le nostre auto, riascoltiamo nuovamente i suoni della natura, utilizziamo il parcheggio gratuito e, perché no, facciamo qualche passo a piedi. Lunedì inizio anche io….”. Con queste parole il sindaco di Ischia Enzo Ferrandino ha presentato il 7 aprile scorso il progetto di mobilità sostenibile per il comune di Ischia, che da tempo soffre a causa del traffico.

Un bel progetto di mobilità sostenibile che ha l’obiettivo di scoraggiare residenti e turisti nel prendere l’auto per raggiungere il centro cittadino. “Dobbiamo decongestionare il traffico – afferma il vice sindaco Agostino Mazzella -. Le strisce blu in centro hanno un bel costo per chi le usufruisce, mentre il parcheggio del Palazzetto dello Sport (più in periferia) in zona Fondobosso è totalmente gratuito. Il nostro scopo è quello di scoraggiare le persone nel parcheggiare in centro. Ecco così la nascita di Zizì una navetta che fa il giro dal parcheggio in periferia al centro cittadino, ed è gratuita. È interessante notare – ha concluso Mazzella – che è stato subito utilizzata sia dai turisti che dai lavoratori”. Ogni giorno dalle ore 7:30 alle 22:30 il bus è a disposizione di tutti, con partenze ogni 15 minuti. Il nome Zizi nasce dal suono della cicala, molto conosciuto dagli ischitani e dai turisti che frequentano l’Isola.

La navetta – finanziata totalmente dal comune – è partita in via sperimentale ma i risultati sono più che positivi. Di sicuro nel periodo estivo sarà utilizzata anche per chi vuole arrivare in spiaggia e non sa dove parcheggiare.

Questo progetto sta prendendo piede in varie città europee. Il traffico è uno dei problemi più grandi dei centri urbani, causando danni sia per l’inquinamento atmosferico che per la salute dei cittadini (dovuto a stress e inalazione di aria inquinata).

In Germania l’uso gratuito di autobus e treni è già praticato per i visitatori di partite di calcio e teatri, muniti del biglietto di ingresso valido anche per il trasporto pubblico. A Vienna con 1€ al giorno puoi viaggiare quanto vuoi in tutta la città. O ancora a Tubingen il sabato si viaggia gratis sui mezzi pubblici in città.

Siamo abituati ad usare l’auto anche per piccoli spostamenti e vogliamo a tutti i costi parcheggiare a pochi centimetri dal luogo di destinazione. Ben vengano progetti come Zìzì: che sia da esempio anche per altri comuni d’Italia.

locandina-zizi

I più letti della settimana

11 settembre

L’11 settembre di Chiara Lubich

Lo dice la sharia?

La terza dose di vaccino

Voltiamo pagina insieme

Simple Share Buttons