In libreria

I nostri consigli per la lettura di questa settimana

Ambiente – Grammenos Mastrojeni, “Vola Italia. Ridare le ali a un Paese sostenibile”, Città Nuova, euro 17,90 – A un’Italia in crisi manca un progetto sistemico di rilancio per contribuire a disinnescare il tracollo socio-ambientale globale. Eppure non c’è Paese al mondo ricco di risorse quanto l’Italia nella prospettiva della sostenibilità. Una monografia su basi scientifiche, che è anche un programma politico; ma senza accenti ideologici e offerto a tutti senza distinzioni di schieramento.

Medicina – Olivia Campbell, “Le ragazze in camice bianco”, Aboca, euro 19,50 – Ai primi dell’800, molte donne morivano di malattie curabili per non sottoporsi alle visite mediche dato che queste erano eseguite esclusivamente da dottori di sesso maschile ed erano spesso umilianti. Per loro, inoltre, essere giudicate malate era vedersi precludere la possibilità di trovare marito, lavoro, o di entrare in società. Con una narrazione avvincente, l’autrice fa conoscere la storia di tre donne coraggiose che diventando dottoresse hanno scardinato le barriere di genere in ambito medico.

Narrativa – Sibylle Grimbert, “L’ultimo pinguino”, Solferino, euro 17,00 – L’autrice narra l’amicizia tra un uomo e un’alca impenne, specie ufficialmente estinta nel 1844, di cui un esemplare imbalsamato è conservato al museo di Storia naturale di Parigi. La storia inizia nel 1835, quando Gus, giovane zoologo, dopo aver salvato la vita a un pinguino di tale specie, cui dà il nome beneaugurante di Prosp (Prospero), lo porta con sé alle isole Orcadi (Scozia).
Un romanzo sul futuro, sulla natura e sulla memoria, carico di introspezione e con due protagonisti indimenticabili.

Psicoterapia – Guidalberto Bormolini/Roberta Milanese, “Perdonare sé stessi e gli altri. Strategie per fare pace con il passato”, Edizioni Messaggero Padova, euro 14,00 – Pratica antichissima e universalmente diffusa, il perdono ha il potere non solo di sanare le ferite emotive, ma anche di migliorare notevolmente la salute fisica e il benessere psicologico. Purtroppo, però, la via verso il perdono è irta di ostacoli e richiede strategie efficaci per superarli, come quelli messi a punto nell’ambito della Psicoterapia Breve Strategica.

Antropologia – Sara Hejazi, “Iran, donne e rivolte”, Scholé, euro 14,00 – L’autrice, antropologa, offre una lettura della storia iraniana più recente che rivela aspetti interessanti e sorprendenti: il respiro cosmopolita della rivoluzione islamica del 1978-79, il suo impatto sulla condizione femminile degli strati popolari della società, l’urbanizzazione, la lotta all’analfabetismo e l’accesso femminile di massa all’università, la rivoluzione digitale e la crescente secolarizzazione, la “polizia morale” e il femminismo.

Classici – Charles Dickens, “Il mistero di Edwin Drood”, Marsilio, euro 21,00 – L’ultimo incompiuto romanzo di Dickens, stupisce e disorienta, smentendo le aspettative di chi legge. Edwin, il protagonista, scompare, senza che il lettore trovi risposta alla domanda cruciale: allontanamento volontario o morte violenta? Eppure, lungi dallo scoraggiarlo, l’incompiutezza avvince e si carica di suggestioni, grazie alla sapienza di Dickens che dissemina indizi e stimola a indagare.

ReportageRaffaele Luise, “Ucraina. Dentro una guerra che cambia il mondo”, Marietti 1820, euro 12,00 – Una discesa nell’inferno della guerra scatenata contro l’Ucraina dalla Russia di Putin. Questo reportage è l’immersione di un pacifista nelle atrocità di una guerra del tutto nuova che cambierà il mondo. Una narrazione attenta, emozionante che non trascura l’aspetto religioso del conflitto, descrivendo le posizioni dell’ortodossia russa e ucraina, dei greco-cattolici, della Chiesa di Roma e la problematica azione di pace tentata dal papa.

Filosofia – Duccio Demetrio, “Nel silenzio degli addii”, Mimesis, euro 12,00 – L’autore esplora i temi del distacco, della perdita, dell’abbandono, ed evoca come tali i momenti esistenziali, per un verso esperienze infauste e talvolta traumatiche, per l’altro irrompono nella nostra vita dando origine a cambiamenti, a svolte, a incontri e a rivelazioni interiori imprevedibili. È in tali situazioni che il raccoglimento, la ricerca del silenzio, la scrittura autobiografica e poetica rendono il dolore e lo sconcerto per gli addii più sopportabili.

I più letti della settimana

Tonino Bello, la guerra e noi

Perché i focolarini non votano

Diario di un viaggio in Congo

Il voto cattolico interessa

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons