Il senso della vita (e della follia) in Alda Merini

A un anno dalla scomparsa di Alda Merini, una delle più grandi poetesse italiane del Novecento, l’Autore propone una rilettura della sua parabola umana e poetica, attraverso la domanda sul senso della vita (e della follia), cui la poetessa stessa…
Questo contenuto è riservato agli utenti registrati

Per visualizzarlo effettua il login

I più letti della settimana

Vivere, connessi, per un Mondo Unito

Chiara Lubich e Simone Weil

Ma quanto siamo fragili!

Curdi senza protettori

Simple Share Buttons