Il cortile dei girasoli parlanti

Antonia Arslan - Piemme
Copertina del libro

Ecco un libro positivo, solare, dalla cui lettura, anche quando lo spunto narrativo può essere triste, si esce risollevati. Sono piccole, brevi storie sospese tra sogno e mondo reale, frammenti carpiti all’attimo e custoditi nella memoria del cuore. Dalla bambina che giocava con il soldatino alle zie Anja e Nini, dal pianoforte di Saddam alla sconosciuta in lacrime incontrata sul treno, si snodano i temi cari alla scrittrice padovana di origini armene: la spontaneità dell’infanzia, la gioia delle piccole cose, l’odio che contamina e deturpa, la forza invincibile dell’amore, ma anche l’insensatezza della guerra e il calvario armeno. Temi diversi, volutamente trattati «senza una morale», ma tutti illuminati dalla visione intensamente spirituale dell’Arslan.

Leggi anche

Narrativa
Chiara Lubich

Chiara Lubich

I più letti della settimana

Amore e delusione

crisi

Attraversare la crisi

Scopri Città Nuova di Aprile!

La salute del corpo sociale

kung Küng

Hans Küng, l’arte del margine

Altri articoli

Giordania, il re rassicura

La magia dei grandi balletti

Gocce di Vangelo 10 aprile 2021

Il prezzo del potere

Simple Share Buttons