Il cammino per Santiago

Regista e sceneggiatore, Emilio Estevez racconta una storia toccante di amore paterno.
Una scena del film

Regista e sceneggiatore, Emilio Estevez racconta una storia toccante di amore paterno. Il padre è Martin Sheen che, appresa la morte del figlio avvenuta all’inizio del cammino verso Santiago, decide di completare egli stesso il pellegrinaggio, recando con sé le ceneri. Conosce altri viandanti, con cui trova un’intesa profonda. Il film, nella sua semplicità, rivela un contenuto sincero e immediato. Il continuo camminare, mettere a nudo difficoltà e bisogni, la religiosità naturale e inizialmente celata, coinvolgono in un sentire universale: quello della vita intesa come un passaggio, che trova conforto nello stringersi insieme.
Regia di Emilio Estevez; con Martin Sheen, Emilio Estevez, Yorick van Wageningen.
 
Valutazione della commissione nazionale film: consigliabile, problematico (prev.).
 

I più letti della settimana

Perché i focolarini non votano

Diario di un viaggio in Congo

Edicola Digitale Città Nuova - Reader Scarica l'app
Simple Share Buttons