Guardiamoci attorno

Emergenza profughi in Georgia In Georgia gli scontri tra esercito regolare e le forze separatiste della provincia dell’Ossezia hanno costretto migliaia di persone, soprattutto donne, bambini e anziani ad abbandonare le proprie case. Per questi profughi, che hanno un disperato bisogno di aiuto, la Caritas Italiana lancia un appello. Chi desidera partecipare può inviare il suo contributo alla Caritas Italiana, viale F. Baldelli, 41 – 00146 Roma – c.c.p. n.437013, oppure a Città nuova, specificando la causale. Non può camminare né lavorare Per un incidente ho dovuto subire un intervento chirurgico alle gambe, ma ora non posso né camminare né lavorare. I risparmi si sono volatilizzati e le scadenze dei pagamenti si fanno sempre più urgenti. Sono caduto in depressione e, anche se mi riesce difficile, sono costretto a chiedere un aiuto per la mia famiglia. Lettera firmata – Toscana Letteralmente a terra Sono disoccupato da circa un anno, e a causa dei postumi di una brutta caduta impossibilitato a lavorare. Sono letteralmente a terra in quanto ho una famiglia con quattro figli da mantenere. Oltre agli immancabili debiti, se non verso una rata di 5.900 euro, rischio il pignoramento della casa acquistata con tanti sacrifici e devo ricorrere a vie legali.Vi prego, aiutatemi!. Lettera firmata – Roma Gli aiuti per gli appelli di Guardiamoci attorno possono essere inviati a: Città nuova – Via degli Scipioni n. 265, 00192 Roma – c.c.p. n. 34452003. Le richieste di aiuto si accettano solo se convalidate da un sacerdote.Verranno pubblicate comunque a nostra discrezione e nei limiti dello spazio disponibile.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Il burek

Simple Share Buttons