Guardiamoci attorno

Un respiratore per il padre
 
«Sono malato dalla nascita, affetto da spina bifida, paralizzato e con una valvola nella testa: per uno come me è una fatica vivere ogni giorno. I miei genitori hanno dato la loro vita per me, ma ora mio padre sta male, ha bisogno dell’ossigeno di giorno e del respiratore di notte. Ora il respiratore è guasto e mia madre non riesce ad averne un altro. Vedere mio padre così sofferente mi fa male al cuore. Chiedo umilmente un aiuto per comprare un nuovo respiratore». Il parroco conferma.
Antonio – Puglia
 
Solo, ridotto in miseria
 
«La sorella di Enzo, 77 anni, all’improvviso è morta per infarto. Rimasto privo del suo aiuto, non ha più risorse per sopravvivere, avendo una pensione di 400 euro. Per il momento può confidare solo in un fraterno aiuto».
Lettera firmata – Lazio
 
Orfani, un aiuto per andare avanti
 
«Già orfani di madre, due bambini di 10 e 12 anni hanno perduto la nonna paterna. Il papà ha un lavoro precario e adesso sono i nonni materni ad accollarsi quasi tutte le spese per le necessità dei nipoti, ma sono anziani, vivono di pensione e vanno avanti con difficoltà. Mi rivolgo a voi per un aiuto e per tutto ciò che potete offrire, fosse pure qualche briciola».
Fr. Giovanni Crisci – Napoli
 
Gli aiuti per gli appelli di Guardiamoci attorno possono essere inviati a: Città nuova via Pieve Torina n. 55, 00156 Roma c.c.p. n. 34452003. Le richieste di aiuto si accettano solo se convalidate da un sacerdote. Verranno pubblicate comunque a nostra discrezione e nei limiti dello spazio disponibile.

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons