Guardiamoci attorno

Terremoto e tsunami in Giappone

 

La Caritas italiana ha lanciato una campagna di solidarietà per il Giappone ed ha avviato una raccolta di fondi, includendo anche azioni di sostegno psicologico. L’attenzione prioritaria è alle fasce più deboli della popolazione.

Chi desidera partecipare può inviare il suo contributo alla Caritas italiana, via Aurelia 796 – 00165 Roma – c.c.p. n. 347013, oppure a Città Nuova, specificando la causale “Emergenza Giappone”.

 

Invalido non può provvedere a sé stesso

 

«Presento il caso di un signore della nostra comunità che non percepisce nessuna pensione anche se è invalido al 65 per cento. Il comune l’aiuta per l’affitto di casa, ma al resto deve provvedere da solo. Non può svolgere nessun lavoro per la sua salute instabile. È possibile un aiuto finanziario che lo sollevi in parte da questa situazione che lo angoscia?».

P. Mario – Genova

 

Miseria e umiliazione

 

«Io e mia moglie viviamo con una pensione minima, non avendo alcun altro reddito, e con l’aumento del costo della vita non riusciamo a pagare neppure l’affitto della casa popolare dove abitiamo. La miseria e l’umiliazione in cui viviamo è insopportabile».

Lettera firmata – Lazio

 

 

 

Gli aiuti per gli appelli di Guardiamoci attorno possono essere inviati a: Città nuova via Pieve Torina n. 55, 00156 Roma c.c.p. n. 34452003. Le richieste di aiuto si accettano solo se convalidate da un sacerdote. Verranno pubblicate comunque a nostra discrezione e nei limiti dello spazio disponibile.

 

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons