Fluminimaggiore, il paese dei pensionati europei

Una cittadina di 3 mila abitanti nel Sud della Sardegna, dove la maggior parte delle case sono sfitte, rimesso in piedi dal sindaco Marco Corrias con un progetto che ha lo ha trasformato nella residenza perfetta per gli over 65

Un piccolo paese di 3 mila persone, a pochi chilometri dal mare, circondato da boschi e natura, siamo in Sardegna, a Fluminimaggiore in provincia di Carbonia Iglesias, dove è partito un progetto pensato per gli anziani provenienti da tutta Europa. Un modo alternativo per cercare di ripopolare un paese fantasma, dove la maggior parte delle case sono sfitte, famiglie con bambini e giovani se ne sono andate in cerca di opportunità migliori, ma anche un tentativo per cercare di riportare in Italia una parte di quei 400 mila pensionati italiani che hanno deciso di vivere all’estero, dove il costo della vita è più basso o le condizioni fiscali favorevoli.

Di Olaf Tausch - Opera propria
Di Olaf Tausch – Opera propria

Per questo Marco Corrias, il sindaco di Fluminimaggiore, ha deciso di trasformare il suo paese in una residenza perfetta per gli over 65 o per i pensionati europei. Battezzato come “Happy Village”, Fluminimaggiore, ex comune minerario, dista poco più di un’ora di macchina da Cagliari,parte dalle pendici del monte Linas, circondato da boschi e natura, a pochi chilometri da spiagge bianche e mare cristallino, ma anche luogo ricco di cultura. Chi sceglie di trasferirsi troverà sconti fiscali, assistenza sanitaria garantita h24, professionisti che si occuperanno esclusivamente del benessere dei nuovi cittadini.

Di Carlo Pelagalli, CC BY-SA 3.0
Di Carlo Pelagalli, CC BY-SA 3.0

Ad essere coinvolta è l’intera comunità, l’idea è di creare una cooperativa di comunità dove tutti i cittadini saranno impegnati nel progetto, chiunque abbia esperienza è invitato a metterla in campo. Le vecchie casa sfitte del centro storico saranno ristrutturate da imprese edili del luogo e rese agibili, gli affitti saranno bassi, le eccellenze agroalimentari a km zero, con consegne a domicilio e punti vendita vicini. Il paese si sta attrezzando per avere una linea di trasporti personalizzata per chi vuole passare una giornata al mare, chi ha bisogno di arrivare in città raggiungibile solo con un mezzo di trasporto o per chi vuole visitare i resti archeologici del Sinis. Passeggiate in montagna, serate in compagnia con musica e balli in piazza, un piccolo paradiso per ridare vita a un paese pieno di potenzialità partendo dal benessere della comunità.

 

Leggi anche

I più letti della settimana

Altri articoli

Simple Share Buttons